Cosplay

In giappone ci si veste come personaggi di manga, anime e videogiochi e viene vista come una subcultura. In europa e in america come personaggi di Star Trek e Star Wars nelle convention. E’ il cosplay (costume+play), una forma ludica e aggregativa (forse qualcosa di più) che fa scivolare i media-mondo fuori.
Nella forma “pura” i cosplayers costruiscono da soli i propri costumi e partecipano di tanto in tanto a gare nelle quali viene giudicato non solo il livello di perfezione nella riproduzione del costume ma anche la capacità di “mettere in scena” il personaggio.
Una modalità del compatto mente/corpo di farsi media?

Star Wars 9/11

George Lucas non rilascia di solito interviste. Proprio per questo l’esclusiva online di Wired pubblicata in occasione dell’uscita dell’episodio conclusivo della saga di Star Wars merita una lettura. L’aspetto forse più interessante di tutto il discorso riguarda l’opinione negativa di Lucas su Fahrenheit 9/11.

Fahrenheit 9/11. People went nuts. The folk aspects of that film were George Bush or Iraq or 9/11 or — intense emotional issues that made people put up their blinders and say, “I have an opinion about this, and I’m not going to accept anything else.” If you could look at these issues more open-mindedly — at what’s going on with the human mind behind all this, on all sides — you could have a more interesting conversation, without people screaming, plugging their ears, and walking out of the room like kids do.

In pratica Lucas dice che questi argomenti andrebbero trattati in modo diverso scegliendo esempi a bassa intensità emotiva (come nella mitologia). Se si tratta la cosa in modo troppo diretto, come nel caso del documentario di Michael Moore, si rischia di radicalizzare le posizioni con il risultato di creare due schieramenti contrapposti che si chiudono nelle rispettive certezze e rinunciano al dialogo.

Senza fare riferimenti diretti, Lucas spiega che Star Wars, almeno questa seconda trilogia, è un film sulla potenziale deriva di corruzione che tutte le forme di potere rischiano.

The story being told in Star Wars is a classic one. Every few hundred years, the story is retold because we have a tendency to do the same things over and over again. Power corrupts, and when you’re in charge, you start doing things that you think are right, but they’re actually not.

In un certo senso l’argomento è lo stesso di Fahrenheit, ma trattato secondo canoni diversi.

Mainstreaming

Solo per segnalare questa interessante riflessione di Mario Tedeschini Lalli sulla vicenda degli omissis nel rapporto USA sul caso Calipari. Si tratta di una prospettiva osservata da un punto di vista interno al sistema dei media. Altrettanto interessanti, sull’altro versante, le reazioni del mondo non-mainstream.