Mobisodes

La convergenza fra cellulari di terza generazione e televisione ha portato all’emergere di una nuova forma di narrazione audiovisiva, sia sul lato della produzione che della distribuzione: i mobisodes, episodi per il mobile.
Si tratta, ovviamente, di una mutazione di formato ma anche di contenuto. Non solo gli episodi da guardarsi sul cellulare devono essere pensati per il formato dello schermo (ad esempio prediligendo i primi piani) ma la sceneggiatura deve tener conto di un tempo di fruizione bassissimo, un minuto, con conseguente concentrazione dell’azione. Le pratiche di ricezione delle forme di intrattenimento per il mobile (tempi morti di trasferimento nelle città, pause caffè, ecc.) diventano un territorio di sperimentazione per nuovi modi della narrazione audiovisiva.
I mobisodes vengono lanciati a gennaio 2005 dalla Fox Mobile Enterteinment, assieme a Vodafone, per il mercato UK a partire dalla sua serie di successo 24: conspiracy.
A questa segue The Simple Life: Interns (con Nicole Richie e Paris Hilton) per il mercato USA con Verizon Wireless’ V CAST 3G.
Sono in arrivo anche in Italia: il mercoledì e il sabato sarà possibile vedere il concentrato della vita dei protagonisti di “24: conspiracy”, ma sembra si tratti di un riassunto e non dei microepisodi inediti che Grecia, Olanda, Inghilterra e Portogallo hanno già potuto vedere. Un altro dei misteri italiani.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...