Tasse reali nei videomondi

La Reuters (come si può leggere qui) apre un’agenzia in Second Life per seguire il fenomeno delle transazioni economiche, visto che gli scambi giornalieri ammontano a 500mila dollari, con un tasso di crescita fra il 10 e il 15 per cento.
Anche gli stati si muovono. L’Australia vuole tassare le transazioni che avvengono con denaro “reale” nei videogiochi di massa online. Negli US c’è un disegno di legge.
L’ipotesi dei media-mondo è sempre più visibile e percepita.
Un resoconto di vita “reale” su questo articolo di Business Week.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...