Au revoir. Lo scambio simbolico e la morte di Jean Baudrillard

A 77 anni scompare uno degli intellettuali più lucidi nel descrivere il passaggio alla postmodernità. Jean Baudrillard – una nota sulla sua vita la trovate qui - costruisce un pensiero ironico e patafisico attraverso una scrittura – i suoi lavori tradotti li trovate qui - capace di dare conto della virtualizzazione del mondo, dei processi di astrazione del simbolico attraverso una scintillante e critica lettura delle forme contemporanee.
Tra i suoi concetti più noti e rilevanti per la lettura mediologica vale la pena approfondire quello di simulazione e iperrealtà.

Un modo degno di ricordarlo può essere rivedersi la trilogia di Matrix. A lui non sarebbe piaciuto. Una contraddizione che è un omaggio.

I film della trilogia di Matrix si ispirano alla teoria postmoderna del filosofo francese Jean Baudrillard, citato esplicitamente nel soggetto originale. In una delle sequenze iniziali del primo film il protagonista Neo (Keanu Reeves) usa proprio un libro di Baudrillard – una copia di «Simulacra and simulation» (1983) – per nascondere uno dei software piratati di cui fa illegalmente commercio. E quasi per invitare gli spettatori a leggere o a rileggersi quest’opera, i registi hanno alterato alcuni particolari del testo: quando Neo apre il libro a metà, compare la prima pagina del capitolo finale, intitolato «Sul nichilismo».
In «Simulacra and simulation» Baudrillard osserva come la proliferazione delle immagini che caratterizza la società capitalistica e tecnologica abbia indotto un movimento che va dalla «rappresentazione» di qualcosa che esiste nella realtà a una «simulazione» che non ha referenti reali e che assume il potere di modellare il reale. Agli interpreti di Matrix i registi hanno imposto una condizione: la lettura del testo di Baudrillard. Il filosofo, però, non ha gradito l’omaggio, considerando inappropriato il riferimento al suo pensiero: contattato dai Wachowski per collaborare alla sceneggiatura dei due sequel, si è rifiutato di prendere parte all’impresa.

About these ads

Un pensiero su “Au revoir. Lo scambio simbolico e la morte di Jean Baudrillard”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...