La comunicazione? Poco democratica

Quanto è democratica la comunicazione? Poco, dice Lella Mazzoli nelle nostre conversazioni dal basso. Cè sempre “asimmetria” tra sistemi/organizzazioni e soggetti.
Cambia qualcosa con il Web2?

Certo sarebbe azzardato oggi fare previsioni di un rapporto meno asimmetrico fra micro e macro grazie alle conversazioni dal basso ma ci accorgiamo che qualcosa sta cambiando.

Cosa cambia allora? Le occasioni di contatto, la costruzione di esperienze intersoggettive, forme che, per me, consentono ai vissuti di proporsi e riproporsi, di diffondersi e mettersi in sintonia con le differenze.
Ecco, la democrazia delle differenze viene messa in conversazione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...