Guardare il mondo dal Periscope

???????????????????

Guardare il mondo attraverso Periscope mostra una realtà polarizzata. Da una parte i micro live streaming del quotidiano: la colazione a casa, le passeggiate nel parco, le pause caffé durante il lavoro, le dirette da scuola sbirciando tra i compagni… Dall’altra il macro live streaming dei media : le dirette di Mashable sull’esplosione a Manhattan o l’occupazione del canale con un account da parte dei diversi mainstream media.

In mezzo troviamo tutta la complessità che lega la diretta di tipo televisivo con la dimensione conversazionale della Rete e le dinamiche da (micro) celebrity.

Un paio di esempi VIP tutti italiani per mettere a fuoco.

Da una parte Fiorello che si manda in onda durante un viaggio in auto, inquadrando l’autostrada sotto la pioggia,  commentando le musiche che passano alla radio per un flusso in entrata di 100 spettatori che hanno apprezzato producendo 3.735 cuori.

Schermata 2015-03-27 alle 17.13.46

Dall’altra Rudy Zerbi che invece costruisce una diretta “Riflessioni su Periscope” per discutere con il pubblico del suo stream (34 spettatori), salutando chi entra, leggendo i commenti fatti durante la diretta, facendo domande, proponendo usi in comune, come l’ascolto serale di nuovi brani musicali attraverso una sua diretta da commentare assieme (1.180 cuori).

Da una parte la messa in onda di se stessi attraverso un canale che crea una diretta istantanea e che si lascia guardare dal pubblico. Dall’altra una diretta che è social TV in sé, che si costruisce attraverso una conversazione con chi commenta e che guarda il pubblico mettendolo in connessione (la chat che non si limita a commentare quanto visto ma che serve per costruire risposte tra chi commenta).

Ora: provate ad applicare queste due dinamiche alle realtà di micro-celebrity così presenti in Rete ed avrete un mix esplosivo tra messa in narrazione di sé e sovraesposizione, logiche puramente spettatoriali e creazione di comunità. Il tutto nella direzione di una creazione di format che costruiranno (ed è questa la vera novità che Periscope introduce) un palinsesto delle nostre vite connesse, fatto di appuntamenti lungo la giornata e la settimana con i micro broadcaster che sapranno fare di noi una comunità di visione.

6 pensieri su “Guardare il mondo dal Periscope”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...